Sabato 18 giugno ritorna l'Open Day delle aree archeologiche e per l'intero fine settimana (18 e 19 giugno), in occasione delle Giornate europee dell'Archeologia, Aquileia si anima con aperture straordinarie, visite guidate, archeologia sperimentale, musica grazie alla collaborazione tra Fondazione Aquileia, Comune di Aquileia, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia, Direzione regionale musei del Friuli Venezia Giulia – Museo archeologico nazionale di Aquileia, PromoTurismoFVG, Università di Padova, di Trieste, di Udine, di Venezia, di Verona, Pro Loco Aquileia, Associazione Nazionale per Aquileia.

In occasione dell'Open Day di sabato 18 giugno gli archeologi e i restauratori della Fondazione Aquileia e delle Università accoglieranno i cittadini e gli appassionati nelle aree archeologiche e nei cantieri di scavo: nel foro, nell’area del decumano di Aratria Galla e delle mura a zig-zag, al teatro e alle grandi terme, alla domus delle Bestie Ferite, negli antichi mercati, al fondo Cal, alla domus dei putti danzanti, al porto fluviale e sulla sua sponda orientale dalle 10.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.00 senza prenotazione e con ingresso gratuito. Al fondo Pasqualis, nell’area degli antichi mercati ci sarà spazio per l’archeologia sperimentale con l’accensione di un forno vetrario, unico del suo genere in Italia e costruito come una struttura romana, realizzato grazie a un finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nell'ambito del progetto V.E.R.I. del Comitato Nazionale Italiano dell'AIHV (Association Internationale pour l'Histoire du Verre). Durante la giornata si potrà anche assistere alle prove di soffiatura del vetro.

Il programma completo con tutte le iniziative è in corso di costruzione e verrà aggiornato.